Umiltà e ascolto sono attitudini per apprendere osservando, e assumere la forma di quel che percepisco.
Come l’acqua spostata da un vaso verso l’altro, improvvisamente, nel fluire, lo Yoga è apparso.
Da subito come un nuovo contenitore, poi, con costanza e dedizione, come lo spazio dove essere me stessa.
Uno spazio che condivido attraverso l’attenzione amorevole nella pratica e nell’insegnamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*